E' stato pubblicato in gazzetta ufficiale serie generale n.246 del 22 ottobre 2014 il Decreto del Ministero di Grazia e Giustizia del 24 luglio 2014, in vigore dal 6 novembre 2014, che disciplina l'erogazione di sgravi fiscali e contributivi per le aziende che assumono lavoratori detenuti ed internati per un periodo non inferiore a 30 giorni. L'importo dello sgravio risulterà differente a seconda che i lavoratori assunti siano detenuti ed internati, oppure lavoratori semiliberi provenienti dalla detenzione e internati semiliberi.

Nel caso di assunzione di detenuti od internati lo sgravio contributivo per ogni assunto è pari ad €700,00 mensili in misura proporzionale alle giornate di lavoro svolte nell'anno 2013 ed €520,00 mensili a partire dal 2014 e per gli anni successivi fino a quando non sarà emanato un nuovo decreto ministeriale.     

Nel caso di assunzione di lavoratori semiliberi provenienti dalla detenzione ed internati semiliberi lo sgravio previsto è di €350,00 mensili in misura proporzionale alle giornate di lavoro svolte a partire dal 1° gennaio 2013; mentre dal 1° gennaio 2014, fino all'adozione di un nuovo decreto ministeriale, il credito di imposta mensile che verrà concesso sarà pari ad €300,00.

Per gli stessi importi il credito di imposta verrà erogato anche quando le imprese per ciascuna tipologia di assunzione decidono di svolgere:

1) attività di formazione per detenuti od internati o per coloro che sono ammessi al lavoro esterno o di detenuti ammessi alla semilibertà, purchè al termine del periodo di formazione collegato allo sgravio le aziende assumano immediatamente per un periodo quanto meno triplo rispetto a periodo di formazione svolto

2) attività formative mirata a fornire ai detenuti od agli internati professionalità da impiegare in attività lavorative gestite in proprio dall'Amministrazione Penitenziaria.  

E' chiaro che per i lavoratori assunti a tempo parziale il credito di imposta verrà riproporzionato alle ore di lavoro svolte.